venerdì 25 novembre 2016

Consigli per Difendere i Propri Dati




Internet è un efficace mezzo di comunicazione che ci permette di tenere contatti con le persone, dove possiamo reperire qualsiasi genere di informazione e usufruire di numerosi servizi risparmiando così tempo e denaro. Purtroppo come nel mondo reale, anche qui esistono malintenzionati che potrebbero tentare di violare il nostro sistema impossessandosi delle nostre informazioni personali. Ecco quindi una serie di consigli per una maggiore sicurezza dei nostri dati.

Internet è un efficace mezzo di comunicazione che ci permette di tenere contatti con le persone, dove possiamo reperire qualsiasi genere di informazione e usufruire di numerosi servizi risparmiando così tempo e denaro. Purtroppo come nel mondo reale, anche qui esistono malintenzionati che potrebbero tentare di violare il nostro sistema impossessandosi delle nostre informazioni personali.

Ecco quindi una serie di consigli per una maggiore sicurezza dei nostri dati.

Installare un buon antivirus e attivare il firewall

I software antivirus e anti-spyware hanno proprio il compito di individuare e bloccare software malevoli come i virus e gli spyware che rappresentano la minaccia più critica ai nostri dati e al nostro PC.

A fianco dell’antivirus è sempre bene avere anche un firewall software o hardware. Windows, fin dalla versione XP Service Pack 2, ha fra le sue funzionalità di sicurezza un firewall software che blocca il traffico in entrata.

In più se la nostra rete è costituita da due o più pc è bene avere anche un firewall hardware, che può essere integrato nel nostro router oppure un apparecchio esterno aggiuntivo posto fra il router e tutto il resto della intranet.

Attivare gli aggiornamenti automatici dei nostri software

Errare è umano, e come tali i software essendo opere create da menti umane sono soggette a imperfezioni che possono celare delle vulnerabilità che prima o poi possono essere sfruttate da malintenzionati per perpetrare attacchi. Per questa ragione è importante verificare periodicamente che il produttore non abbia rilasciato le cosiddette “patch” e installarle immediatamente specie se risolvono delle manchevolezze di sicurezza. In particolare è obbligo attivare l’installazione automatica degli aggiornamenti del sistema operativo, operazione che nella versione 10 di Windows viene fatta in background senza che ne accorgiamo.

Eseguire dei backup periodici

Per scongiurare la perdita dei nostri dati a causa di un’avaria, è caldamente raccomandabile avere sempre una copia aggiornata su dispositivi esterni quali Hard Disk USB appositamente dedicati allo scopo. La frequenza delle copie di salvataggio dipenderà dalla frequenza di aggiornamento dei dati. É anche consigliabile di non riutilizzare sempre lo stesso supporto in modo da poter disporre di più copie che seppur non aggiornatissime sono almeno sicuramente indenni da virus e ci permettano di recuperare file cancellati magari per errore.

Attenzione agli allegati di posta elettronica

È altamente raccomandabile di non aprire messaggi di posta elettronica provenienti da mittenti sconosciuti o di dubbia provenienza. Nel 99% dei casi è SPAM o pubblicità non gradita, o il solito virus che è arrivato anche sul nostro pc. Se fosse comunque indispensabile l'apertura di queste email, è consigliabile salvare i file interessati su disco e sottoporli a scansione prima di aprirli.

Altre minacce attraverso la posta elettronica sono dovute alle funzioni di scripting tramite email, è meglio disattivare queste funzioni dal menù di configurazione del browser dato che spesso questi script contengono contenuti di tipo interattivo.

Cautela nell’installazione dei software

Usiamo la massima cautela nell’installare software non certificato e non aprire assolutamente file eseguibili (.exe) dei quali non si conosca l’origine o la reale utilità. Lo stesso dicasi per programmi che possono avere al loro interno delle macro come i documenti di word o excel.

Disporre di una chiavetta per l’installazione del sistema operativo

Tenere nel cassetto della scrivania una chiavetta USB pronta, per la reinstallazione del sistema operativo è buona prassi, perché oltre a contenere il wizard per la reinstallazione del sistema operativo contiene anche gli strumenti necessari al ripristino della nostra installazione in caso di problemi, prima di ricorrere alla soluzione radicale di reinstallazione ex-novo del sistema operativo.

Avere due unità disco

È d’obbligo in soluzioni server, consigliato in soluzioni client, adottare l’uso due dischi rigidi (unità C e unità D), la prima destinata a ospitare il sistema operativo la seconda i dati.

Il vantaggio di una tale soluzione sta nel fatto che in caso di soluzione estrema di ricorrere alla formattazione del server o pc, e di conseguenza si debba procedere alla reinstallazione del sistema operativo, i nostri dati rimangono del tutto intatti.

Creare un disco di ripristino

E sempre consigliabile all’atto dell’istallazione creare il disco di ripristino, che va poi aggiornato successivamente ad ogni modifica del sistema. Nel caso il sistema operativo si sia corrotto per qualche ragione, il disco di ripristino ci consentirà di ripristinare la completa funzionalità.

Navigare in internet con privilegi limitati

È buona prassi, per una maggiore auto-protezione, navigare in internet, adottando un account utente avente il minimo dei privilegi. Infatti eventuali programmi malevoli che dovessero andare in esecuzione sarebbero anch’essi limitati nei loro privilegi e produrrebbero senz’alto meno danno rispetto alla loro esecuzione con un account aventi privilegi di amministratore.

Alziamo le difese del nostro browser

Nel nostro browser di navigazione web è possibile aumentare il livello di sicurezza, limitando ad esempio l'esecuzione di programmi script come gli ActiveX e Java che potrebbero essere usati da malintenzionati modificando le impostazioni di sicurezza dello stesso.

Il livello predefinito per l'area internet è impostato come sicurezza Media, modificando il livello di protezione su Alta, si possono bloccare i predetti script. Il rovescio della medaglia è che potrebbero però nascere problemi di difficile visualizzazione di contenuti web 
con animazioni o contenuti interattivi.

leggi anche
SICUREZZA INFORMATICA

.
COSA TI PORTA IL 2017 ?



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari